Celiachia: cos’è e come si riconosce

La celiachia, detta anche malattia celiaca, è una malattia dell’apparato digerente che interferisce con l’assorbimento di alcuni nutrienti, le persone affette da celiachia soffrono di un intolleranza al glutine, una proteina presente in alcuni cereali come grano, frumento, orzo, farro, segale e kamut ma in alcuni casi può trovarsi anche in farmaci o integratori alimentari.

Come si riconosce

Quando persone che soffrono di celiachia mangiano glutine oppure utilizzano prodotti contenti questa proteina il loro sistema immunitario reagisce provocando danni all’intestino, precisamente ai villi intestinali. Tra i principali campanelli d’allarme abbiamo:

Sintomi

  • Gonfiore e dolore addominale, che può essere anche di tipo colico.
  • Diarrea e, nei casi più gravi, dissenteria
  • Vomito
  • Costipazione
  • Costante senso di stanchezza, debolezza e mancanza di energia
  • Iponutrizione e calo di peso
  • Anemia
  • Pallore
  • Dermatite erpetiforme
  • Nei bambini un altro sintomo frequente è l’irritabilità.

Cause

La Celiachia è una malattia genetica, ovvero, può colpire i membri di una stessa famiglia ma è anche vero che vi sono soggetti che sviluppano questa patologia a seguito di eventi dal forte impatto fisico e mentale:

  • Gravidanze
  • Infezioni
  • Stress

Le persone affette dalla malattia celiaca possono anche non presentare alcun sintomo ma sviluppare complicazioni che sul lungo periodo comprendono problemi al fegato, malnutrizione e tumori dell’intestino.I ricercatori stanno cercando di comprendere i motivi per cui la celiachia presenti sintomi così differenti fra i vari pazienti e sembra che i 3 fattori che influenzano il momento della sua comparsa e le modalità con cui si presenta siano:

  • Durata dell’allattamento al seno
  • Età in cui è iniziata l’alimentazione con cibi contenenti glutine
  • Quantità di alimenti a base di glutine assunti

Per evitare complicazioni sul lungo periodo è fondamentale effettuare una diagnosi precoce, quindi in caso di compresenza di più sintomi sopra elencati, in particolare dopo l’assunzione di alimenti contenenti glutine, è importante rivolgersi al proprio medico curante.

Dieta

Tra i cereali che un celiaco può mangiare vi sono:

  • Riso (chicchi)
  • Granoturco (chicchi)
  • Grano saraceno (chicchi)
  • Quinoa (semi)

Altri alimenti che un celiaco può tranquillamente mangiare a patto che non vi siano contaminazioni di cerali o altri cibi contenenti glutine sono:

  • Carne
  • Pesce
  • Uova
  • Legumi
  • Verdure
  • Formaggi
  • Caffe
  • Miele
  • Burro
  • Zucchero


Di seguito il link che porta alla sezione contenente alimenti senza glutine della Farmacia Online farmamia.net

Alimenti senza glutine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *