La cellulite: che cos’è? Qualche consiglio per combatterla

La cellulite è un inestetismo che interessa milioni di persone ogni anno ed è il più odiato e diffuso tra le donne. Da problemi ormonali ad uno stile di vita poco sano, passando per una sbagliata alimentazione o la scarsa attività fisica, le cause della cellulite sono le più varie. Si caratterizza con la tipica “pelle a buccia di arancia” o “pelle a trapunta”.

Che cos’è la cellulite?

La cellulite è l’inestetismo più odiato e diffuso tra le donne. Grasse, magre, giovani o mature, non risparmia proprio nessuna! Tanto da riguardare il 90% della popolazione femminile. La cellulite è un’infiammazione che si forma a causa dell’aumento di volume delle cellule adipose, ossia un accumulo di grassi in zone specifiche, come cosceglutei fianchi, ed è provocata da un insieme di fattori scatenanti:

  • Ormonale: Il fattore principale, dovuto all’azione degli estrogeni, che favoriscono la ritenzione idrica e la cattiva circolazione.
  • Stile di vita poco sano: Abuso di fumo, alcool e caffè.
  • Errori nutrizionali: Diete ricche di zuccheri, cibi grassi e troppo salati.
  • Sedentarietà: Scarso movimento e attività fisica.

Questa condizione, che si manifesta generalmente come un banale inestetismo, diventa, se non curata tempestivamente, una malattia infiammatoria e degenerativa dei tessuti.
Possiamo distinguerne 3 diverse fasi, in base alla sua evoluzione.

Quali sono le fasi della cellulite?

  • Stato Edematoso: è il primo stadio, in cui la cellulite è ancora reversibile ed è caratterizzato da tessuti poco tonici e dalla presenza di avvallamenti in cui il tessuto è ricco d’acqua (edema).
    Dà sintomi come gambe gonfie e pesanti, causati da insufficienza venosa e linfatica.
  • Stato Fibroso: il secondo stadio, causa i primi danni a livello cellulare, sviluppando la formazione di piccoli granuli sottocutanei e indurimento dei tessuti, in questa fase la pelle inizia a perdere tono ed elasticità e si manifesta con il tipico aspetto a buccia d’arancia con lievi increspature.
  • Stato Sclerotico: è uno stadio molto avanzato, in quanto i noduli sottocutanei iniziano a riprodursi ed unirsi tra di loro, rendendo molto evidente l’ ”effetto materasso” aggravato da un importante aumento di capillari dilatati.

Qualche consiglio per prevenire la cellulite

Dobbiamo capire il tipo di cellulite che abbiamo, e procedere verso 3 passaggi fondamentali:

  • Dimagrire
  • Drenare
  • Tonificare

Per iniziare, modifichiamo le nostre abitudini alimentari prediligendo pasti bilanciati, ricchi di frutta e verdura, iposodici e poveri grassi, con assunzione di almeno 2 litri di acqua al giorno.
Ritagliamoci almeno 3 volte a settimana il tempo per effettuare un allenamento aerobico (camminata a passo svelto, corsa, bicicletta, etc…) di almeno 40 minuti.
Molto utile nella lotta alla cellulite, la funzione dei drenanti sotto forma di tisane, bevande o tinture madri, che favoriscono l’eliminazione dei liquidi in eccesso.
In natura troviamo dei potenti alleati: la pilosella, la betulla, la centella asiatica, la gramigna, l’ananas e il the verde.

Per una maggiore efficacia, è opportuno abbinare il tutto all’utilizzo giornaliero e costante di cosmetici anticellulite, dal potere snellente ed elasticizzante, come creme, gel e fanghi a base di caffeina, alghe marine, escina…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *